PERDIFIATO – L’incredibile vita di Alfonsina Strada, il nuovo spettacolo

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:scritture / Tour
You are currently viewing PERDIFIATO – L’incredibile vita di Alfonsina Strada, il nuovo spettacolo

“Perdifiato” racconta una storia di passione e di lotta.
Di muscoli e respiri spezzati.
È la storia di Alfonsina Strada, ciclista professionista e appassionata, detentrice di numerosi record su pista, nonché unica donna nella storia a correre il Giro d’Italia, nel 1924, al grido di «Vi farò vedere io se le donne non sanno stare in bicicletta come gli uomini!»
Dodici tappe per un percorso di 3613 kilometri per quel “BelPaese” in cui era ancora inconcepibile che una donna potesse
gareggiare in uno “sport per soli uomini”.
Ma “Perdifiato” racconta anche e soprattutto una grande storia di affermazione ed emancipazione: la storia di una donna Emiliana e testarda, che corre in volata contro il maschilismo e il pregiudizio.
Fino all’ultimo respiro.

“Perdifiato – L’incredibile vita di Alfonsina Strada” rappresenta il secondo capitolo di una “Trilogia dello sport” che ho cominciato nel 2018 con lo spettacolo “Der Boxer – ballata per Johann Trollmann”, nel quale racconto la storia dell’omonimo pugile Sinti durante la Germania nazista.
Una storia dove convivono insieme forza e gioia, crudeltà e rabbia, e che mi ha portato (e continua a portarmi) in giro per l’Italia per oltre settanta repliche.


Una trilogia per raccontare lo sport a teatro, o meglio, per analizzare la figura di uomini e donne di sport che si sono trovati a vivere in un contesto storico ostile.
Sono figure straordinarie, rivoluzionarie: veri e propri combattenti che hanno lasciato un segno indelebile del loro passaggio. “Perdifiato” ha debuttato nel Settembre 2021 presso il festival “Guarda Oltre” di Pordenone: il suo viaggio è appena cominciato, con la speranza che possa trovare strade accoglienti da percorrere e nelle quali farsi le ossa.


Come il suo predecessore, è uno spettacolo di pura narrazione: in scena non c’è niente se non il corpo e la voce dell’attore, guidato da un’idea di regia asciutta ed essenziale.
Il risultato è uno spettacolo in grado di parlare a chiunque, portatore di una storia vera vissuta da una donna straordinaria a cui è impossibile non voler bene.

Il terzo e ultimo capitolo della trilogia è previsto per l’autunno 2022.

Informazioni e scheda dettagliata dello spettacolo qui !