È proprio buio, qui

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:scritture
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
You are currently viewing È proprio buio, qui

Sera. Una chiesa di un quartiere deserto.

-Scusi, la chiesa di Santa Massimina è qui?
-Si, signore.
-Sono ancora in tempo per la messa?
-Certo, signore. Hanno appena dato i cinque minuti.
-Prego?
-Nulla, signore, nulla. Dicevo appunto che mancano cinque minuti all’inizio.
-Posso sedermi qui?
-Ma naturalmente. Si igienizzi prima le mani, però.
-Cosa è stato?
-Cosa, signore?
-Non ha notato?
-Notato cosa, signore?
-Questo buio improvviso.
-Ah, si, certo, il buio. Succede sempre, sa? Quando inizia la messa qui spengono tutte le luci. A Santa Massimina piaceva così.
-Chi è quel signore vestito di nero?
-Di nero, signore?
-Si! Col cappello.
-Ma signore, mi meraviglio di lei: è il nostro prete.
-Un prete?! In bombetta e vestito come un beccamorto?!
-Si, signore. Sa com’è, a Santa Massimina…
-…Piacevano così?
-…Esattamente, signore.
-Mi ascolti bene.
-Dica, signore.
-Che posto è questo? E non mi dica che siamo a messa perché io di messe ne ho viste a centinaia e la parola del Signore la so riconoscere.
-E va bene, signore. Ma la prego, non si arrabbi. Quel signore che vede è davvero il nostro prete: è Mackie Messer. E questa è davvero la nostra messa. O almeno noi la chiamiamo così. È l’Opera da tre soldi. Bertolt Brecht, lo conosce?
-Bertolt chi?
-Brecht, signore caro. È come le Sacre Scritture, solo leggermente più attendibile. Sa com’è, questa chiesa abbandonata era l’unico posto che potesse ospitare una compagnia teatrale ed il suo pubblico fuorilegge. Le chiese sono l’unico posto in cui il pubblico è legittimato. Noi abbiamo cambiato solo il Dio di riferimento. Ne abbiamo scelto uno un po’ meno alto, ma in compenso molto più vicino all’umano.
-Tutto questo è pornografico. Inaudito.
-…E che cosa non lo è al mondo, signore caro.
-Mi dica almeno che questa storia finisce male; che c’è della sofferenza, del pentimento, una qualche morale.
-Nessuna, signore. Semplicemente, ad un certo punto finisce. Così come deve.
-E com’è che deve?
-Che deve cosa?
-Che deve finire!
-In un qualche modo, signore. Smetta di preoccuparsi del finale. Si concentri sullo svolgimento.
-È proprio buio, qui.
-Si, signore. Ed è bellissimo.

Lascia un commento