DER BOXER – Ballata per Johann Trollmann

un monologo di e con Michele Vargiu
musiche originali Elva Lutza (Gianluca Dessì, Nico Casu)

una produzione Teatro Tabasco

Berlino, 9 Giugno 1933.

Le pareti della birreria Bock contengono tante di quelle persone che sembrano dover esplodere da un momento all’altro. L’aria è impregnata di fumo di sigari, sigarette e del vociare confuso degli astanti.

In quell’ambiente rumoroso e sovraeccitato di Fidicin Strasse sta per disputarsi la finale nazionale per il titolo dei pesi medi di pugilato.

L’incontro comincia e sotto gli occhi stupefatti dei presenti accade qualcosa di incredibile: un pugile giovanissimo e veloce stende in sole sei riprese quello che era il gran favorito dalla folla.

Il ragazzo si muove sul ring come se danzasse ed è bello come un Dio.

Il pubblico, specialmente quello femminile, è in visibilio.

Lui, quel campione che danza sul ring, si chiama Johann Trollmann.

E’ il nuovo campione di Germania.

Ma c’è un problema: è uno zingaro.

Da quel momento Johann diventerà un nemico giurato del regime nazista tedesco, che proprio nella boxe vedeva la più alta espressione per l’affermazione della supremazia della razza ariana. Un “nemico” amato e idolatrato dal popolo, che in lui non vede lo “zingaro” che il regime cerca con ogni mezzo di denigrare, ma un campione capace di emozionare e far sognare.

“Der Boxer” (“Il Pugile”, in lingua tedesca) vuole raccontare la grande e vera storia di un giovane uomo che con la sola forza della sua determinazione è riuscito a sfidare la follia della logica del Terzo Reich e a farsi amare da un popolo intero, danzando, proprio come su un ring, sull’assurdità delle leggi razziali.

Una vicenda senza tempo di sport, amore e guerra, una discesa senza freni all’interno di uno dei periodi più bui della nostra storia recente, narrata con rigore storico e senza rinunciare alle suggestioni del racconto teatrale, impreziosita dalle musiche, rigorosamente dal vivo, suonate dal duo “Elva Lutza”: Gianluca Dessì (chitarra) e Nico Casu (voce, tromba).

“Der Boxer” è uno spettacolo che si presta per rappresentazioni in spazi teatrali o non convenzionali, ed è adatto ad un pubblico di qualsiasi età.

5/5
Vargiu racconta la storia come un intenso monologo [...] accompagna il racconto con salti, passi veloci e movimenti che che ci fanno immergere nel ring, dentro stadi affollati e fumosi, con il pubblico in delirio, ci fanno sentire gli sguardi severi dei nazisti, la paura della persecuzione, lo spettro dei campi di concentramento e sterminio. Un lavoro importante, prezioso quello di Michele Vargiu, perché racconta con passione una vicenda personale che diventa vicenda di un paese intero, di un continente in preda alla follia.
Francesca Mulas, Nemesis Magazine
5/5
Estremamente potente e coinvolgente! Un linguaggio che è fotografia, musica che si sa fare poesia.
TipsTheater
5/5
Come in tutte le migliori opere d'arte, in questo spettacolo gioia e dolore si fondono in una profonda commistione.
TipsTheater